Wednesday, March 18 2020

TANTI AUGURI RICHARD STALLMAN!!!

Continue reading...

Tuesday, March 17 2020

Aggiornamento sviluppo PINE64 SmartWatch

Continue reading...

Sunday, September 15 2019

Uno smartwatch da 25$?Impossibile?E invece no...

Uno Smartwatch Linux da $ 25 è in fase di sviluppo da Pine64, produttori del laptop PineBook Pro Linux.

Apparentemente non contento di creare una fascia di computer a scheda singola, un paio di laptop Linux economici o il primo vero tablet Linux con tastiera rimovibile, la società rivolge (in parte) la sua attenzione ai dispositivi indossabili.

PineTime presenterà il monitoraggio della frequenza cardiaca, la batteria per più giorni e un prezzo estremamente basso

Presa in giro su Twitter con ulteriori informazioni da seguire, "PineTime" è uno smartwatch basato su Linux che dovrebbe essere venduto per circa $ 25.

Le funzionalità provvisorie di PineTime includono:

Cardiofrequenzimetro

Batteria per più giorni

Dock di ricarica desktop

Telaio in lega di zinco e plastica

Prezzo approssimativo di $ 25

Impermeabilità, supporto touchscreen e qualità complessiva del display non sono ancora stati confermati. Allo stesso modo, i dettagli Wi-Fi, Bluetooth e system-on-chip (SoC) non sono stati rivelati.

Una fotografia di uno smartwatch linux Prototipo di lavoro di PineTime

Ma la gamma completa di caratteristiche e funzionalità di PineTime dipende in larga misura dal software in esecuzione sul dispositivo.

E, come con i suoi dispositivi precedenti, il software PineTime sarà sviluppato all'aperto dalla più ampia comunità di sviluppo Linux, probabilmente in cima a una base FreeRTOS o ARM MBED leggera.

Pine64 afferma: "in generale, consentiremo alla comunità e agli sviluppatori di guidarlo nella direzione che desiderano".

Personalmente, mi piacerebbe vedere una sorta di step tracking aggiunto (questo è offerto in dispositivi con prezzi simili come Xiaomi MiBand) e le funzionalità di base come previsioni meteorologiche, promemoria e funzionalità di cronometro sarebbero benvenute (è, dopo tutto, , un orologio).

Sto anche sperando in un quadrante davvero personalizzabile, simile all'originale Pebble. Nessuno "smartwatch" si è avvicinato alla personalizzazione dell'originale e-Ink Pebble e le persone continuano a indossarli perché non c'è nulla di simile.

Naturalmente, una sorta di integrazione con gli altri prodotti di Pine64 tramite app di accompagnamento è un gioco da ragazzi: immagina di essere in grado di scattare un selfie con la fotocamera frontale sul PineTab toccando un pulsante sull'orologio!

Hardware PineTime

Come alcuni degli altri dispositivi Pine64, lo smartwatch PineTime Linux sarà alloggiato in un involucro generico pre-fab (questo, per essere precisi), ma la società prevede di confezionarlo con un mix personalizzato di hardware e tecnologia.

Ma la forma esatta dell'orologio, come l'esatto SoC basato su ARM, le specifiche hardware e la batteria non sono ancora stati rivelati.

Inoltre, al momento della stesura di questo documento, non esiste un ETA per il prodotto oltre un vago "anno prossimo". Pine64 afferma inoltre che non prenderanno alcun preordine per PineTime fino a quando non sarà completato, collaudato e pronto per la spedizione.

Apple Watch Series 5 comincia a tremare perchè il tuo degno avversario è in arrivo

fonte: omgubuntu.co.uk

Saturday, September 7 2019

Altri sei dispositivi di ThinkPenguin, Inc. ora certificati FSF per rispettare la tua libertà

La Free Software Foundation (FSF) ha assegnato oggi la certificazione Respects Your Freedom (RYF) a un gruppo di sei dispositivi di ThinkPenguin, Inc .: l'adattatore audio stereo esterno USB 2.0 Penguin (TPE-USBSOUND), il cavo da stampante USB a parallelo ( TPE-USBPARAL), la scheda controller PCIe eSATA / SATA 6Gbps (TPE-PCIESATA), la scheda audio audio PCI Express a 24 bit 96KHz (TPE-PCIESNDCRD), la scheda mini metà altezza Wireless N PCI Express a doppia banda (TPE-NHMPCIED2) ​​e la scheda PCIe Wireless N Mini PCIe (TPE-NMPCIE). Il marchio di certificazione RYF significa che questi prodotti soddisfano gli standard di FSF in termini di libertà degli utenti, controllo del prodotto e privacy.

Questo è il secondo lotto di dispositivi ThinkPenguin a ricevere la certificazione RYF questa primavera. La FSF ha annunciato la certificazione di altri sette dispositivi da ThinkPenguin il 21 marzo. Quest'ultima collezione di dispositivi rende ThinkPenguin il rivenditore con il più grande catalogo di dispositivi certificati RYF.

"È un peccato che così tanti dei dispositivi più semplici là fuori abbiano requisiti software proprietari a sorpresa. RYF è un antidoto per questo. Collega gli acquirenti etici preoccupati per la loro libertà con le aziende che offrono opzioni che rispettano quella libertà", ha detto il direttore esecutivo della FSF, John Sullivan.

Le certificazioni odierne amplia la disponibilità di periferiche certificate RYF. L'adattatore audio stereo USB esterno Penguin USB 2.0 e la scheda audio audio PCI Express a 24 bit a 96 bit da 96 kHz aiutano gli utenti a ottenere il massimo dai loro computer in termini di qualità del suono. Per la connettività wireless, ThinkPenguin offre la Wireless N PCI Express Dual Band a doppia banda Mini N e la Penguin Wireless N Mini PCIe Card. Per gli utenti con una stampante precedente, il cavo da USB a stampante parallela può consentire loro di continuare a utilizzarlo con l'hardware più aggiornato. Infine, la scheda controller PCIe eSATA / SATA 6Gbps aiuta gli utenti a connettersi a dispositivi eSATA esterni e SATA interni.

"Ho trascorso gli ultimi 14 anni a lavorare su progetti volti a rendere l'adozione del software libero facile per tutti, ma l'unico grande ostacolo negli ultimi 20 anni non è stato il software. È stato l'hardware. Il programma RYF aiuta a risolvere questo problema collegando gli utenti a fonti affidabili dove possono ottenere l'hardware garantito per funzionare su GNU / Linux ed essere adeguatamente supportato utilizzando software gratuito ", ha affermato Christopher Waid, fondatore e CEO di ThinkPenguin.

Mentre ThinkPenguin ha costantemente cercato la certificazione fin dall'inizio del programma RYF - ottenendo la sua prima certificazione nel 2013 e aggiungendone molte altre negli anni successivi - il ritmo con cui stanno ottenendo le certificazioni ora eclissa tutti gli sforzi passati.

"ThinkPenguin continua a stupire con la rapida espansione del suo catalogo di dispositivi certificati RYF. L'aggiunta di 14 nuovi dispositivi in ​​poco più di un mese dimostra la loro dedizione al programma di certificazione RYF e la protezione degli utenti che rappresenta", ha affermato responsabile della conformità, Donald Robertson, III.

Per ulteriori informazioni sul programma di certificazione Respects Your Freedom, inclusi i dettagli sulla certificazione di questi dispositivi ThinkPenguin, visitare https://fsf.org/ryf.

I rivenditori interessati a richiedere la certificazione possono consultare https://www.fsf.org/resources/hw/endorsement/criteria.

Saturday, August 24 2019

Che cos'è la Gnu GPL (GNU General Public License)

La GNU General Public License (comunemente indicata con l'acronimo GNU GPL o semplicemente GPL) è una licenza fortemente copyleft per software libero, originariamente stesa nel 1989 da Richard Stallman per patrocinare i programmi creati per il sistema operativo GNU. Infatti, a differenza di altre licenze libere non-copyleft, un'opera protetta da GNU GPL deve rimanere libera, ovvero col susseguirsi delle modifiche deve continuare a garantire ai suoi utenti le cosiddette quattro libertà. fonte: wikipedia

Continue reading...

Perchè questo blog?

Questo blog nasce con l'intento di far conoscere il software libero e il movimento che sta dietro ad esso anche al popolo italiano;Purtroppo la maggior parte delle informazioni e gli articoli scritti in rete parlano del software libero solamente in lingua inglese.Invece questo blog sarà una fonte di notizie e di informazioni scritte in lingua italiana. Si parlerà di programmi disponibili e rilasciati sotto licenza GNU GPL (GNU General Public License) e di quello che la FSF (Free Software Foundation) sta facendo per il bene del software libero.

Continue reading...

Page top